Attività 2013

CON CAMMINACITTA' IUBILANTES OSCAR PER L'AMBIENTE 2013

Installazione con la presentazione del nostro progettoil primo premio

NEWS !!!!

POSSIBILE? SI'!!!!!! CON IL SUO PROGETTO WWW.CAMMINACITTA.IT

IUBILANTES HA VINTO IL PREMIO SETTEGREEN AWARDS 2013 PER IL SETTORE "MOBILITA'

ED E' OSCAR PER L'AMBIENTE 2013 !!!!

Sede a Como, una rete di contatti in tutto il mondo; l’idea che valga la pena di viaggiare scoprendo il mondo a piedi; la convinzione che la scoperta lenta  del territorio sia  uno strumento eccezionale per la riqualificazione dei nostri centri urbani e per la tutela del nostro sempre più drammaticamente compromesso territorio: per dirla in una frase, la tutela passa anche dal cammino… Tutto questo  è IUBILANTES, l’Associazione  di volontariato  comasca che lo scorso 2 dicembre nella prestigiosa sede della Treinnale di Milano ha ricevuto il premio SetteGreen Awards, settore MOBILITA’ indetto da “SETTE”  magazine del Corriere della Sera. E così Iubilantes è diventata “Oscar” della natura 2013.

Grande è la soddisfazione della Associazione: «Questo è per noi un grande riconoscimento per un grande progetto, unico in Italia, che sta riscuotendo un crescente successo» commenta la Presidente Ambra Garancini.

Il prestigioso premio, infatti, è stato assegnato ad uno speciale progetto di IUBILANTES: il portale web  www.camminacitta.itdedicato alla riscoperta di itinerari urbani da percorrere in modo lento e sostenibile, con un’attenzione costante ai principi dell’accessibilità materiale e culturale dei luoghi, dei monumenti e degli strumenti stessi per la loro conoscenza. Un portale in cui si cerca di riscoprire e valorizzare il patrimonio culturale delle nostre città coniugando mobilità dolce, turismo sostenibile e accessibilità. Il progetto vede la stretta collaborazione della sezione comasca dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ONLUS (che ha contribuito alla progettazione e alla validazione del sito e che costantemente provvede alla validazione dei percorsi), oltre al sostegno di vari Enti pubblici e privati, fra cui Fondazioni locali, Regione Lombardia, e vari Comuni  territorialmente  coinvolti.

Il portale nasce con quattro itinerari nella città di Como, “costruiti” per una lettura diversa della città e per la riscoperta delle sue attrattive più nascoste, ma è stato pensato anche per ospitare percorsi riguardanti qualsiasi altra città e paese: sono già presenti Argegno, Cernobbio e Menaggio e presto ospiterà percorsi dedicati a Ossuccio - Isola Comacina, Erba, Dongo e Canzo, grazie anche al finanziamento di un progetto INTERREG “Turismo Alpino: saper fruire il territorio in modo sostenibile”. Una dimensione urbana, per ora, su media e piccola scala, che consente la scoperta a piedi dei punti nodali dell’intero territorio comunale; ma, al tempo stesso, un modello che promette di essere altrettanto efficace nei grandi centri urbani, dove la creazione di itinerari  “camminacittà”  consentirebbe  la vera riscoperta di luoghi “minori” ma non per  questo meno interessanti, e la “rilettura”  dei luoghi più celebri, proiettati in una dimensione inedita  e ancora più attrattiva proprio dal fatto stesso di essere  raggiunti a piedi su un itinerario tematico ad hoc.

Nella parte riguardante Como, la città viene riletta attraverso quattro percorsi: il primo (Dalla convalle al monte di Brunate) guida alla scoperta del legame che unisce le principali chiese urbane con la rete dei conventi e degli eremi posti nella zona orientale della convalle, fino al Monte di Brunate; il secondo (Il Cammino della Settimana Santa) porta invece sui passi dei suggestivi riti della Settimana Santa, unendo la Basilica della SS. Annunciata, a ovest della città, con il centro città e con i quartieri meridionali cittadini. Seguendo il terzo percorso (Il Cammino di Sant’Eutichio) si potranno invece visitare i luoghi sacri, anche precristiani, posti sulle pendici del Baradello, lungo gli antichi itinerari poi legati al culto di S. Eutichio e ai riti propiziatori delle Rogazioni, ma anche  i  siti archeologici più interessanti  del Parco Regionale della Spina Verde. Il quarto percorso (Il Cammino delle Lavandaie) collega l’antica chiesa di S. Giuliano in Pomario con la Cappella della Nosetta sull’antica via per Torno, permettendo di riscoprire i luoghi e le memorie una fitta rete di antichi “ospedali” e conventi, dove un tempo si ospitavano i viandanti, esercitando la preziosa pratica della solidarietà.

Per ogni percorso, il sito ne offre l’ambientazione, la descrizione generale e delle diverse tappe in cui è diviso, i dislivelli, i tempi di percorrenza a piedi, i collegamenti con i mezzi pubblici, i parcheggi e i servizi presenti nella zona, i punti di interesse che si incontrano, con relative schede di approfondimento. Vengono anche evidenziate – e questa è la caratteristica specifica di questo portale - informazioni sulle potenziali barriere architettoniche, lasciando ai singoli utenti il giudizio sulla reale accessibilità del percorso o del monumento in base alla propria situazione personale.

I contenuti, bilingui (ITA/EN), scaricabili facilmente da tutti i dispositivi mobili anche di ultimissima generazione, comprendono, oltre ai testi, immagini, mappe, audioguide e link utili.

Spiega Ambra Garancini: «Con questo progetto la nostra Associazione si distingue nel contesto europeo per un concreto impegno a promuovere la mobilità dolce e la scoperta lenta e sostenibile del territorio; per la capacità di fare dei cammini un vero strumento di conoscenza del territorio e di contatto reale con le sue culture e le sue tradizioni; per la capacità di leggere l'antico con i più moderni strumenti e di coinvolgere in questa scoperta anche le fasce più deboli della popolazione, come i bambini e i disabili. E queste capacità ci sembrano molto importanti in un’Europa che vede nei cammini storici un punto fondante del proprio patrimonio culturale. Un lavoro che Iubilantes dedica con entusiasmo a tutti coloro che credono che i cammini siano culla del nostro futuro, e che il nostro futuro sia anche nella promozione di stili di vita sostenibili».

qui sotto: alla Triennale di Milano, il 2 dicembre 2013, il premio, la presidente della nostra Associazione, la presentatrice Filippa Lagerbäck e il direttore di SETTE

La presidenbte IUBILantes, il pemio, la presentatrice  e il direttore di SETTE